Come combattere le vampate in menopausa

Come combattere le vampate in menopausa

Uno dei sintomi tipici della menopausa sono le vampate di calore, un nemico contro cui non è semplice combattere.

Le vampate di calore giungono all’improvviso, più volte al giorno, causando arrossamento della pelle e sudorazione. Un fenomeno fastidioso che, in alcuni frangenti, può trasformarsi in una vera fonte di imbarazzo per noi donne.

Vampate di calore in menopausa: cosa sono

Contrastare le vampate in menopausa non è una missione impossibile. Poiché il miglior modo di sconfiggere il proprio nemico è quello di conoscerlo, proviamo, innanzitutto, a capire in cosa consiste questo fenomeno.

Circa il 75% delle donne sperimenta le vampate durante il climaterio. Questo sintomo viene descritto come un’ondata improvvisa di calore che interessa tutto il corpo, concentrandosi soprattutto nella zona del viso, del collo e della nuca.

Molte donne si stupiscono scoprendo che in questi frangenti la temperatura corporea rimane invariata. A subire un certo sbalzo, invece, è la temperatura della pelle, che può alzarsi anche di 3 gradi. In risposta a questo fenomeno improvviso, il corpo aumenta la sudorazione, causando un rapido raffreddamento cutaneo.

Basta parlare con una donna che soffre di vampate o leggere le esperienze nei forum femminili: uno dei sintomi più importanti è proprio questo passaggio improvviso dal caldo al freddo. Una sensazione che destabilizza e che crea disagio.

Spesso, le ondate di calore sono accompagnate da tachicardia e mal di testa. La durata delle vampate è variabile: da pochi secondi ad alcuni minuti, mentre il periodo in cui colpiscono maggiormente è quello iniziale della menopausa.

Cosa causa le vampate in menopausa?

Le vampate di calore sono causate dalle variazioni ormonali tipiche della menopausa. In particolare, l’organismo risponde alla riduzione dei livelli di estrogeni e di progesterone aumentando la produzione di FSH (ormone follicolo stimolante) e LH (ormone luteinizzante). Questi ultimi vanno a stimolare l’ipotalamo, provocando vampate di calore e sudorazione notturna in menopausa.

Il picco viene raggiunto nei mesi che seguono l’ultimo ciclo mestruale, per poi attenuarsi gradualmente. La frequenza e l’intensità con cui le vampate si presentano sono variabili: mentre alcune donne iniziano la menopausa in maniera serena, altre possono soffrire di vampate intense e frequenti. Le vampate sono spesso accompagnate da sbalzi dell’umore, depressione, disturbi cognitivi, insonnia e perdita dell’appetito sessuale.

Come eliminare le vampate in menopausa: esperienze tratte dai forum

eliminare le vampate in menopausa forum

Navigando tra i vari forum femminili, è facile trovare esperienze e consigli sui migliori metodi per combattere le vampate in menopausa. Molte donne consigliano di vestirsi a strati, utilizzando solo tessuti sottili e traspiranti; altre sottolineano l’importanza della dieta, in particolare di un’alimentazione ricca di frutta e verdura, e povera di grassi; altre ancora suggeriscono di fare attività fisica in modo regolare.

Si parla molto anche degli integratori (qui trovi i 5 migliori integratori per la menopausa), un valido aiuto non solo contro le vampate di calore, ma anche per combattere stanchezza, sbalzi dell’umore, insonnia, sudorazione e aumento di peso.

Vampate in menopausa: cosa mangiare

In menopausa, più che mai, è importante seguire un’alimentazione sana, ricca di vitamine e minerali. Alcuni cibi possono avere un effetto rinfrescante utile a combattere le vampate di calore: è il caso della frutta, della verdura, dello yogurt e del gelato.

Da evitare, invece, gli alimenti che contengono conservanti e grassi idrogenati. Un’altra regola importante è quella di bere molta acqua, almeno due litri al giorno. Infine, un valido aiuto può venire dagli alimenti ricchi di fitoestrogeni, come la soia e i suoi derivati.

Cosa mangiare

  • cibi ricchi di vitamina E: patate, semi, noci, grano
  • alimenti che contengono fitoestrogeni: soia, legumi, frutta secca, mais, avena

Cosa non mangiare/Cosa limitare

  • cibi piccanti
  • alcol
  • caffè
  • cioccolata
  • spezie
  • bevande calde
  • alimenti grassi

Farmaci e integratori per combattere le vampate in menopausa

La cura generalmente prescritta per contrastare le vampate in menopausa è la cosiddetta terapia ormonale sostitutiva a base di estrogeni, eventualmente associati a progestinici.

Esistono alternative naturali utili a contrastare non solo le vampate, ma anche i cali dell’umore e la stanchezza in menopausa. Le più efficaci sono:

Agnocasto

L’agnocasto è un estratto naturale che aiuta a regolarizzare disturbi di tipo ormonale, come la sindrome premestruale e gli sbalzi ormonali in menopausa. L’agnocasto influisce sull’equilibrio degli ormoni, eliminando le vampate di calore, i cali dell’umore e la stanchezza.

Ti consigliamo:

Agnocasto Solgar – integratore – da 1 a 3 capsule al giorno, da deglutire a colazione cona acqua. Una confezione contiene 90 capsule vegetali.

Lo trovi su Amazon!

Trifoglio rosso

Ricco di fitoestrogeni, il trifoglio rosso è spesso utilizzato come sostituto della classica terapia ormonale. Oltre a contrastare le vampate in menopausa, favorisce la mineralizzazione delle ossa, riduce l’iper-sudorazione e migliora il tono della pelle.

Ti consigliamo:

Lindens Red Clover – estratto di Trifoglio Rosso standardizzato – si consiglia di assumere 1-3 capsule al giorno con un po’ d’acqua; la confezione contiene ben 360 capsule.

Lo trovi su Amazon!

Cimicifuga

La cimicifuga è uno dei rimedi naturali più efficaci in menopausa. Elimina le vampate di calore, aiuta a controllare gli sbalzi d’umore e contrasta la secchezza vaginale. Inoltre, ha un effetto calmante sul sistema nervoso centrale.

Gli estratti della pianta sono ricchi di fitoestrogeni, sostanze naturali che svolgono nell’organismo un’azione simile a quella degli ormoni femminili.

Ti consigliamo:

Cimicifuga Naturalma – tintura madre estratto concentrato 1:10 – è raccomandata l’assunzione di 40 gocce (2 ml), contenenti 200 mg di cimicifuga, diluite in acqua da 1 a 3 volte al giorno, in qualsiasi momento della giornata. Il flacone contiene 100 ml di estratto liquido.

Lo trovi su Amazon!

Attività fisica

E’ dimostrato che l’organismo delle donne che svolgono attività fisica regolare ha una migliore capacità termoregolatrice; per questa ragione, le donne che si dedicano con costanza all’attività motoria soffrono meno di vampate e di sudorazione improvvisa rispetto a coloro che conducono una vita sedentaria.

L’allenamento ha inoltre il potere di regolare il tono dell’umore, che gli sbalzi ormonali rendono piuttosto ballerino, e di ridurre la massa grassa, un problema diffuso tra le donne in menopausa.

Isoflavoni di soia

Gli isoflavoni di soia si comportano come similestrogeni, contrastando diversi sintomi della menopausa, come le vampate di calore, gli sbalzi d’umore, l’osteoporosi ed eventuali malattie circolatorie.

Ti consigliamo:

Estromineral Fit – integratore a base di isoflavoni di soia, calcio e vitamina D3 – assumere 1 compressa al giorno, preferibilmente lontano dai pasti, da deglutire con acqua.

Lo trovi su Amazon!

Rodiola Rosea e Alga spirulina

L’associazione Rodiola Rosea e Spirulina è un vero toccasana contro i sintomi della menopausa. Alle proprietà tonico adattogene della Rodiola, si uniscono quelle della spirulina, un’alga ricchissima di acido linoleico. Assumere spirulina in menopausa aiuta anche a contrastare il rallentamento del metabolismo, facilitando il mantenimento del peso forma.

Ti consigliamo:

Rodiola Rosea e Spirulina – integratore – leggi la recensione!

Conosci altri metodi per combattere le vampate in menopausa? Condividili con noi commentando l’articolo!

Redazione

DonnaTempo è una rivista online dedicata alla donna. I temi trattati rispecchiano il complesso universo femminile, dal benessere psicofisico ai segreti di bellezza, dalla maternità alla vita di coppia, dalla crescita culturale al divertimento e ai viaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *