Glicemia alta: cosa mangiare per abbassarla

Glicemia alta: cosa mangiare per abbassarla

Il modo migliore per affrontare il problema della glicemia alta passa attraverso l’alimentazione. Grazie ad una dieta specifica possiamo limitare i livelli di zuccheri nel sangue e ridurre i sintomi collegati, migliorando il nostro stato di salute.

Vediamo quali sono gli alimenti da mangiare e quali dobbiamo evitare per abbassare la glicemia e iniziare subito a stare meglio!

Cosa mangiare per abbassare la glicemia

Quando si parla di glicemia alta il primo pensiero va agli zuccheri. Molti credono che sia necessario eliminarli, ma non è così: una certa quantità di zuccheri è necessaria all’organismo, che li utilizza per ricavare energia e sopravvivere. Tuttavia, è essenziale non eccedere nella loro assunzione.

Limitare gli zuccheri è fondamentale per impedire all’iperglicemia di sfociare nel diabete. A questo punto è bene ricordare che i valori della glicemia devono sempre essere compresi tra i 70 e i 100 milligrammi/decilitro a digiuno. Poiché spesso la glicemia alta non comporta sintomi, è opportuno tenere questi livelli sotto controllo attraverso regolari analisi del sangue. Solo quando i livelli di zucchero si mantengono alti per molto tempo iniziano ad insorgere i primi segnali, come bisogno di bere spesso, bocca secca, visione offuscata, infezioni urinarie e mal di testa.

Per fortuna, nella maggior parte dei casi è sufficiente seguire una dieta specifica per migliorare la situazione e tenere sotto controllo la glicemia.

Alimenti a basso contenuto glicemico

La dieta per la glicemia alta vede come protagonisti i cibi a basso contenuto glicemico. Si tratta di alimenti che determinano uno scarso innalzamento della glicemia. Ridurre il consumo di glucosio non basta: pur essendo il maggior stimolante insulinico, non è l’unico. Anche gli acidi grassi favoriscono la liberazione di insulina.

Gli alimenti a basso indice glicemico sono caratterizzati dalla ricchezza di fibre viscose e di acqua. Essi contengono carboidrati di tipo complesso che necessitano la trasformazione epatica in glucosio.

Vediamone un elenco (non esaustivo):

  • zucchine
  • broccoli
  • cavolfiore
  • avocado
  • noci
  • nocciole
  • zenzero
  • soia
  • tofu
  • peperoni
  • insalata
  • finocchi
  • limone
  • carciofi
  • melanzane
  • cioccolato fondente (dall’85% in su)
  • kiwi
  • mele
  • pere
  • fragole
  • lamponi
  • semi (di zucca, di lino, di sesamo, ecc.)
  • orzo
  • fagioli
  • piselli
  • pomodori
  • pompelmo
  • ricotta
  • quinoa
  • avena
  • latte
  • crostacei
  • molluschi
  • pollo
  • carne
  • pasta di grano al dente
  • pasta integrale
  • riso integrale

Alimenti ad alto contenuto glicemico

  • anguria
  • banana
  • frutta in scatola
  • papaya
  • uva sultanina
  • patata dolce
  • carota cotta
  • zucca
  • fave
  • fiocchi di crusca, orzo, mai, grano
  • grano (farina 00)
  • pane
  • riso bianco
  • pizza
  • cioccolato (ad eccezione del cioccolato fondente)
  • cornetto
  • dolci
  • fette biscottate
  • zucchero

Dieta per la glicemia alta

dieta per abbassare la glicemia

Questi due elenchi sono un ottimo punto di partenza per pianificare una dieta contro la glicemia elevata. Essa deve essere ricca di verdure a foglia verde, come broccoli, asparagi e spinaci, ma anche di frutta di stagione. Quest’ultima è ricca di zuccheri naturali, e, tranne alcune eccezioni (come le banane e il cocomero), non provoca un innalzamento della glicemia. Sono da privilegiare mele, pere, fragole e arance.

Un altro trucco per ridurre la glicemia è quello di sostituire il pane e la pasta classica con cereali integrali, ricchi di fibre. Sì dunque a riso integrale, pasta integrale, avena, miglio e quinoa.

Tra gli alimenti da mangiare per la glicemia alta vi sono anche i legumi, soprattutto fagioli, ceci e lenticchie. In ultimo può essere utile aggiungere ai piatti semi di zucca, di girasole, di sesamo e di lino.

Ma inserire questi alimenti nella dieta non basta: è necessario anche dire basta ad alcuni cibi. Da bandire tutti gli snack salati, i dolci e gli alimenti ricchi di grassi, come i salumi, i wurstel e i formaggi grassi. E’ preferibile evitare anche i cibi raffinati, come il pane, il riso bianco e la pizza, oltre a ridurre la quantità di patate.

Via libera al pollo e alle carni magre, mentre sono da bandire le carni grasse. Prediligere i cibi integrali, privi di lavorazioni industriali, accompagnandoli a frutta e verdura a basso contenuto glicemico, spesso è sufficiente ad abbassare la glicemia alta.

Rimedi contro la glicemia alta

Adesso che sappiamo cosa mangiare per la glicemia alta e cosa invece evitare abbiamo le conoscenze necessarie per modificare il nostro stile di vita e iniziare subito a stare meglio. Tuttavia, esistono altri importanti accorgimenti che possono aiutarci in questo percorso:

  • bere almeno 2 litri di acqua al giorno
  • svolgere regolarmente attività fisica
  • utilizzare piante medicinali con proprietà ipoglicemizzanti, come sambuco. gymnema (contenuta, ad esempio, nell’integratore Clositol), eucalipto, mirto e ginseng
  • migliorare la qualità del sonno
  • ridurre lo stress

Sei riuscita ad abbassare la glicemia alta attraverso la dieta? Faccelo sapere con un commento!

Redazione

DonnaTempo è una rivista online dedicata alla donna. I temi trattati rispecchiano il complesso universo femminile, dal benessere psicofisico ai segreti di bellezza, dalla maternità alla vita di coppia, dalla crescita culturale al divertimento e ai viaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.