Qual è il miglior acido folico per rimanere incinta?

Qual è il miglior acido folico per rimanere incinta?

Se sei alla ricerca di una gravidanza, probabilmente ti starai chiedendo qual è il miglior acido folico per rimanere incinta. Secondo alcuni studi, infatti, la vitamina B9 o acido folico, oltre ad essere fondamentale per la salute del nascituro, è un prezioso aiuto per la fertilità.

Gli integratori in commercio sono tanti; alcuni contengono solo acido folico, altri aggiungono a questa vitamina altri principi attivi che aumentano la fertilità.

Acido folico prima della gravidanza: un prezioso alleato

La scelta del miglior acido folico in commercio è molto dibattuta nei forum in cui si parla di fertilità. Nemmeno i ginecologi sono concordi: ogni specialista, infatti, prescrive un diverso integratore, anche sulla base della storia clinica della paziente.

Perché bisogna prendere l’acido folico prima di restare incinta?

L’acido folico è importantissimo quando si cerca una gravidanza e nei primi tre mesi di gestazione. Recenti studi hanno dimostrato che la sua assunzione prima della gravidanza riduce il rischio di malformazioni nel feto; in particolare, previene i difetti del tubo neurale, malformazioni congenite del sistema nervoso centrale.

L’acido folico aumenta la fertilità?

Studi ancor più recenti hanno rilevato un altro beneficio: l’acido folico aiuta a rimanere incinta. Uno studio danese su circa 4.000 donne effettuato tra il 2007 e il 2011 ha rilevato che le donne che assumono acido folico per rimanere incinta hanno il 15% di possibilità in più di concepire. Nei casi che presentavano un ciclo irregolare l’aumento delle probabilità saliva del 35% (approfondisci il rapporto tra acido folico e fertilità nello studio danese).

Quale acido folico aiuta a concepire?

Esistono diversi integratori di acido folico in commercio. Chi è alla ricerca di una gravidanza dovrebbe scegliere prodotti che contengano 0,4 mg di acido folico: è questa la quantità raccomandata alle donne che cercano una gravidanza. Uno degli integratori più utilizzati è Folidex, ma ce ne sono tanti altri.

C’è poi tutta una serie di prodotti che, oltre alla giusta quantità di acido folico, includono ingredienti che aumentano la fertilità. E’ la categoria degli integratori per rimanere incinta: essi includono principi attivi quali vitamine, minerali, coenzima Q10, myo-inositolo.

Miglior acido folico per rimanere incinta

acido folico e fertilità

Una premessa è di dovere: nessuno meglio del tuo ginecologo ti saprà consigliare il miglior acido folico per restare incinta. Con un’ecografia valuterà lo stato dell’utero e delle ovaie, ascolterà la tua storia clinica e ti prescriverà l’integratore più adatto.

Acido folico e myo-inositolo

Gli integratori di acido folico e myo-inositolo sono prescritti alle donne che soffrono della sindrome dell’ovaio policistico. Questo perché il myo-inositolo è anche il secondo messaggero dell’FSH, l’ormone follicolo stimolante. Numerosi studi hanno dimostrato che un’integrazione di myo inositolo è in grado di migliorare i parametri metabolici e ormonali delle donne affette da PCOS (approfondisci il rapporto tra myo inositolo e fertilità!). Gli integratori di acido folico e inositolo si acquistano in farmacia: tra i più conosciuti ci sono Inofolic, Inofert, Sinopol e Clositol.

Integratori di acido folico multivitaminici

Alcuni multivitaminici sono studiati sulla base dei fabbisogni di chi sta programmando una gravidanza. E’ il caso, ad esempio, di Multicentrum Premamma, che oltre a contenere la giusta quantità di acido folico (400 ug), include vitamine e minerali preziosi. In particolare, l’integratore è ricco di zinco, un minerale coinvolto nei processi ormonali e metabolici (approfondisci il rapporto tra zinco e fertilità femminile!).

Integratori che migliorano la fertilità

L’acido folico è un ingrediente fondamentale negli integratori che migliorano la fertilità. Uno di questi è Genante, un integratore alimentare a base di Revifast (un estratto di Poligono), trans-Resveratrolo, Extrafolate-S (L-metifolato di calcio, una forma particolarmente attiva di acido folico), vitamine B6, B12 e D3. L’integratore ha un’azione antiossidante e di supporto alla fertilità, ed è utile sia quando si cerca un concepimento naturale sia quando si inizia un percorso di PMA.

Quanto acido folico assumere per rimanere incinta?

Il fabbisogno di acido folico prima della gravidanza e nei primi mesi di gestazione è più alto rispetto a quello normale.

Ecco perché, quando si assume acido folico per rimanere incinta, è importante seguire alcune indicazioni:

  • rispettare una dieta sana ed equilibrata, ricca di frutta e verdure (buone quantità di folati si trovano nelle fragole, nei kiwi, nelle arance, nei broccoli e negli spinaci)
  • Integrare con una supplementazione quotidiana di acido folico almeno un mese prima del concepimento e nel primo trimestre di gravidanza
  • l’integratore deve contenere 0,4 milligrammi di acido folico (400 microgrammi)
  • Alle donne con fattori di rischio riconosciuti per difetti del tubo neurale sono raccomandati 4-5 milligrammi al giorno

Scopri i 9 alimenti che aumentano la fertilità!

Redazione

DonnaTempo è una rivista online dedicata alla donna. I temi trattati rispecchiano il complesso universo femminile, dal benessere psicofisico ai segreti di bellezza, dalla maternità alla vita di coppia, dalla crescita culturale al divertimento e ai viaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.